Home / Regolamento Streaming

Regolamento Streaming

Regolamento per la disciplina delle attività di ripresa audiovisiva e diffusione delle sedute del Consiglio Comunale e Commissioni

Approvato con: del. C.C. n. 59 del 27/12/2016

 

Art. 1 Oggetto e Finalità

Art. 1 Oggetto e Finalità

Il presente Regolamento disciplina le modalità di ripresa e trasmissione delle sedute del Consiglio Comunale, su rete televisiva o su internet tramite pagina web.

Il Comune di Adelfia, perseguendo finalità di trasparenza e pubblicità, disciplina, con il presente Regolamento, l’attività di ripresa audiovisiva e diffusione delle sedute del Consiglio Comunale.

Le riprese audiovisive saranno effettuate direttamente dal Comune e diffuse in diretta streaming attraverso il sito istituzionale del Comune, o su rete televisiva, al fine di una più ampia comunicazione e pubblicità ai cittadini dell’attività del Consiglio Comunale.

Le norme del presente regolamento integrano le altre disposizioni di legge aventi attinenza con la tutela del diritto alla riservatezza e con il diritto di accesso alla documentazione amministrativa, conformemente a quanto stabilito dalle leggi in materia, con lo Statuto e con i relativi Regolamenti comunali vigenti.

Verranno affissi avvisi chiari e sintetici all’accesso di ingresso alla sal~.consiliaree nella sala stessa, ai fini dell’informazione dei partecipanti, ivi compresi eventuali relatori e dipendenti con fLU1zionidi assistenza, dell’esistenza delle videocamere e della successiva diffusione.

Art. 2 Autorizzazione

Art. 2 Autorizzazione

Il Comune di Adelfia, per garantire la più ampia pubblicità dei lavori del Consiglio Comunale, realizza direttamente la ripresa e la diffusione audiovisiva delle sedute pubbliche/aperte in mocjalità streaming sul proprio sito web istituzionale, anche tramite piattaforme tecnologiche di provider privati, utilizzando preferibilmente servizi gratuiti anche comportanti una presenza pubblicitaria, purché non invasiva e corretta.

Le trasmissioni streaming delle sedute consiliari dovranno essere integrali e svolte indiretta o in differita. Le riprese video, effettuate “in house” o dal soggetto affidatario del servizio per conto del Comune, dovranno poi essere messe a disposizione in formato “open data”, dove per open data deve intendersi quanto previsto dal vigente articolo 68, comma 3 del D.lgs. n. 82/2005, in forma integrale, dei cittadini in un archivio consultabile sul sito del Comune sino alla decorrenza del dodicesimo mese successivo alla cessazione del mandato amministrativo del Consiglio.

Il Presidente del Consiglio Comunale ha l’onere di fornire preventiva informazione a tutti i partecipanti alla seduta consiliare, circa l’esistenza di videocamere e la relativa attività di ripresa e diffusione audiovisiva, ferma restando l’apposizione nella sala consiliare, anche ai fini della conoscenza da parte dei cittadini, di appositi cartelli recanti, in forma chiara e sintetica, l’awiso circa la presenza delle telecamere e la relativa diffusione via streaming delle immagini della seduta consiliare.

Le telecamere impiegate per la ripresa della seduta consiliare devono essere orientate in modo tale da non inquadrare, per quanto possibile, in sala, altri soggetti, salvo il personale dipendente in servizio, limitandosi ad inquadrare esclusivamente l’emiciclo riservato ai componenti del Consiglio e della Giunta Comunale.

Riguardo all’esigenza di tutela della riservatezza valgono le disposizioni del “Codice in materia di protezione dei dati personali” e quelle di cui all’articolo 6 del presente regolamento.

Ai sensi e per gli effetti del “Codice in materia di protezione dei dati personali”, il Comune di Adelfia è individuato quale titolare del trattamento dei dati raccolti attraverso le riprese audiovisive di cui al presente articolo.

Il gestore privato cui venga eventualmente affidato dal Comune l’incarico di ripresa eIa la successiva gestione, manutenzione e aggiornamento del sito web del Comune è parimenti individuato quale responsabile del trattamento dei dati acquisiti con le riprese di cui ai commi precedenti.

Le riprese audiovisive delle sedute del Consiglio Comunale, oltre che in modalità streaming, possono essere effettuate, assieme a quelle fotografiche, anche dal personale comunale nello svolgimento dei compiti di informazione, documentazione e divulgazione circa l’attività dell’Ente.

Art. 3 Trasmissione delle videoriprese

Art. 3 Trasmissione delle videoriprese

Le riprese audiovisive effettuate durante i lavori del Consiglio Comunale vengono diffuse, in versione integrale e senza salti di registrazione, in diretta o in differita su rete televisiva, in diretta (“streaming live”) o in differita (“streaming on demand”) attraverso il sito istituzionale del Comune di Adelfia o su un canale dedicato di altro sito che offra gratuitamente tale servizio e quindi non richieda oneri all’amministrazione, purché tale canale sia raggiungibile tramite un “link” dal sito istituzionale www.comune.adelfia.gov.it

Le riprese audiovisive dovranno diffondere le immagini nel rispetto del principio della corretta informazione, specificando che “La versione integrale del video è disponibile sul sito web: www.comune.adelfia.gov.it”

Art. 4 Rispetto della Privacy e tutela dei dati sensibili

Art. 4 Rispetto della Privacy e tutela dei dati sensibili

Per garantire la diffusione di immagini e di informazioni pertinenti e non eccedenti rispetto alle finalità perseguite, le riprese avranno ad oggetto unicamente gli interventi dei relatori e dei componenti del Consiglio Comunale sugli argomenti iscritti all’ordine del giorno.

Le telecamere preposte alla ripresa della seduta consiliare sono orientate in modo tale per cui il pubblico non venga possibilmente inquadrato, limitandosi a inquadrare lo spazio riservato al Consiglio Comunale.

Le registrazioni delle sedute, diffuse su internet tramite pagina web, in diretta streaming restano disponibili sul sito istituzionale del Comune per un periodo di 1 anno a far data da ciascuna seduta consiliare. AI termine del suddetto periodo, le registrazioni saranno archiviate su supporti idonei a cura del Servizio Segreteria.

AI fine di prevenire l’indebita divulgazione dei dati sensibili e giudiziari, per tutelare la riservatezza dei soggetti presenti e oggetto del dibattito, sono vietate le riprese audiovisive ogni qualvolta le discussioni consiliari hanno per oggetto dati di tale natura o più in generale dati che presentino rischi specifici per i diritti e le libertà fondamentali dell’interessato (quali, ad esempio lo stato di salute, l’origine razziale o etnica, le convinzioni religiose o filosofiche, la vita e le abitudini sessuali).

Il Presidente del Consiglio comunale, ai sensi dell’art.3g, D.Lgs. 267/2000, nell’ambito delle competenze ad esso riconosciute per la gestione delle sedute del Consiglio, ha il potere di limitare la ripresa, a tutela delle persone presenti o oggetto di discussione, ed eventualmente di far sospendere le riprese, ove lo ritenga opportuno e nei casi in cui ritenga che le modalità di svolgimento dell’attività autorizzata arrechino pregiudizio al normale svolgimento della seduta consiliare.

Art. 5 Addetti alle riprese

Art. 5 Addetti alle riprese

Le operazioni di registrazione video ed audio verranno effetluateda un addetto appartenente all’ente ovvero da un incaricato esterno all’uopo individuato.
Le riprese audio video dovranno poi essere messe a disposizione dei cittadini sia “on line” che secondo l’eventuale modalità “archivio”e saranno visionabili sul sito istituzionale dell’Amministrazione Comunale e sui canali social collegati.

Art. 6 Divieti e obblighi

Art. 6 Divieti e obblighi

È vietato il commercio del materiale audiovisivo relativo ai lavori del Consiglio Comunale da parte di chiunque.

In particolare è necessario rispettare le seguenti prescrizioni:
– non utilizzare le immagini a scopo di lucro;
– utilizzare il materiale registrato all’unico scopo per cui la ripresa è stata autorizzata;
– pubblicare la registrazione integralmente non dividendola in più segmenti;
– non veicolare le immagini associandole a messaggi pubblicitari di alcun genere (es. politico, commerciale, etc)

I soggetti che violino le disposizioni di cui al presente Regolamento nella diffusione delle immagini verranno invitati dal Presidente del Consiglio Comunale, con comunicazione scritta e motivata, ad eliminare le stesse.

Il Presidente del Consiglio, qualora se ne verifichino le condizioni, segnalerà nelle sedi competenti le violazioni al presente regolamento e alle norme vigenti negli articoli precedenti. Tale violazione comporterà la denuncia, da parte dell’Ente, alle autorità competenti per le attività illecite o illegali.
L’utente è tenuto a risarcire i danni prodotti all’immagine istituzionale del Comune di Adelfia.

Art. 7 Altre modalità di ripresa

Art. 7 Altre modalità di ripresa

La ripresa video-audio delle sole sedute consiliari pubbliche con finalità di informazione da parte di testate giornalistiche regolarmente registrate o di emittenti radio o televisive titolari di frequenze autorizzate, deve essere previamente autorizzata dal Presidente del Consiglio Comunale, sentito il parere della capi-gruppo, entro 24 ore precedenti alla seduta, al solo fine di garantire il diritto di cronaca costituzionalmente tutelato.

In tal caso, ogni responsabilità in ordine alla tutela e al trattamento, alla conservazione e alla diffusione dei dati personali ed in particolare di quelli sensibili e giudiziari emergenti dalle riprese audio e video rimane nell’unica e piena responsabilità del responsabile legale della testata giornalistica o radio o televisiva per la quale le riprese delle sedute consiliari sono state effettuate, il tutto nel rispetto del Codice di deontologia giornalistica.
L’autorizzazione è concessa a titolo non oneroso e della circostanza il Presidente del Consiglio Comunale da comunicazione ai presenti in sala.

Art. 8 Regolamento per le Commissioni

Art. 8 Regolamento per le Commissioni

Durante le commissioni consiliari, uno dei membri può attivare la diretta streaming sulla pagina ufficiale di Facebook del Comune di Adelfia. A tal proposito sarà necessario comunicare preventivamente (due giorni prima) il nome di chi svolgerà la diretta all’indirizzo individuato dall’Ente che sarà, a sua volta, nominato per l’occasione Editor della pagina.

La persona incaricata si assume le responsabilità della diretta e al termine dell’incontro sarà cura del responsabile dei canali social rimuovere il ruolo di Editor.
Ogni commissione deciderà liberamente e concordando con tuttì rmembri la possibilità di introdurre la diretta streaming su FB. Se uno dei membri rifiuta la diretta sarà com’pito della commissione decidere come procedere e di comunicarlo preventivamente all’indirizzo email sopraindicato.

Il Presidente della Commissione comunale, nell’ambito delle competenze ad esso riconosciute per la gestione delle sedute della Commissione, ha il potere di limitare la ripresa, a tutela delle persone presenti o oggetto di discussione, ed eventualmente di far sospendere le riprese, ove lo ritenga opportuno e nei casi in cui ritenga che le modalità di svolgimento dell’attività autorizzata arrechino pregiudizio al normale svolgimento della seduta.
In caso di presenza di cittadini sarà comunicato preventivamente l’uso della diretta streaming, accettando il regolamento in essere.

Art. 9 Accesso

Art. 9 Accesso

Fermo restando l’esercizio del diritto di accesso alle trascrizioni delle sedute consiliari i cui resoconti saranno allegati integralmente alle deliberazioni di Consiglio comunale, lo stesso diritto è esercitabile nei confronti delle video-audio registrazioni, nel rispetto delle condizioni e dei limiti previsti dalla legge n. 241/90 e dal regolamento comunale in materia di accesso agli atti.

Art. 10 Trattamento dei dati

Art. 10 Trattamento dei dati

Nel rispetto della generale normativa in materia di privacy, cui si rinvia, il Comune di Adelfia è individuato titolare del trattamento dei dati raccolti attraverso le riprese effettuate dal Comune.
Il Responsabile del trattamento verrà individuato con apposito atto da parte del Responsabile del Servizio competente; di tale provvedimento verrà fornita adeguata informazione anche attraverso la sezione del sito dedicata alla trasmissione delle riprese audio e video del Consiglio Comunale.

Il gestore privato a cui è, eventualmente, affidato dal Comune il servizio di ripresa e/o la successiva gestione, manutenzione e aggiornamento del sito internet del Comune è ugualmente individuato quale Responsabile del trattamento dei dati rilevati con riprese. Il Soggetto terzo che chiede l’autorizzazione alle riprese, deve indicare preventivamente nella richiesta il nome del responsabile del trattamento dei dati oggetto delle riprese.

Art. 11 Malfunzionamenti

Art. 11 Malfunzionamenti

Eventuali malfunzionamenti tecnici degli strumenti attraverso i quali vengono effettuate le riprese non comportano responsabilità alcuna in capo al Comune.

Art. 12 Rinvio

Art. 12 Rinvio

Per quanto non espressamente disciplinato col presente regolamento si applicano le disposizioni vigenti in materia di attività di informazione e comunicazione delle pubbliche amministrazioni di cui alla Legge n.150 del? giugno 2000, e le norme del codice in materia di protezione dei dati personali, di cui al D. Lgs 196/2003

Art. 13 Entrata in vigore

Art. 13 Entrata in vigore

Il presente regolamento entra in vigore ad avvenuta esecutività della delibera di approvazione.