Novità
Home / Argomenti istituzionali / Condizioni della viabilita’ provinciale – Prefettura di Bari-10 febbraio- aggiornamento

Condizioni della viabilita’ provinciale – Prefettura di Bari-10 febbraio- aggiornamento

Comitato Operativo Viabitità

STATO DELLA VIABILITA’ PROVINCIALE

Si informa che, attualmente, risultano interdette al traffico per presenza di GHIACCIO e/o accumulo di neve e dei mezzi necessari alla pulizia delle strade, le seguenti strade principali della viabilità provinciale:

  • S.P. 238 “di Altamura” – NEVICATA IN CORSO;

  • S.P. 19 “Corato – S. Magno verso Poggiorsini”;

  • S.P. 39 “Stazione di Poggiorsini alla S.P. 230”;

  • S.P. 151 “Ruvo di Puglia – Altamura e Traversa Parisi”;

  • S.P. 35 “Raccordo Ruvo di Puglia – Altamura e Corato – Gravina in P.”.

INOLTRE:

La S.P. 230 è percorribile nel tratto della provincia di Bari ed è chiusa nel tratto da Poggiorsini a Spinazzola.

CON ORDINANZA DEL PREFETTO DI Bari e stato disposto il divieto di circolazione dei veicoli commerciali con massa superiore a pieno carico alle 7,5 tonnellate dalle ore 24 del 9 febbraio fino alle ore 24 del GIORNO successivo sui seguenti tratti di strada:

  • S.P. 238 (Altamura- Corato) nel tratto compreso tra le intersezioni con la S.P.137 e la S.P. 172;

  • S.P. 151 (Ruvo-Altamura) nel tratto compreso tra le intersezioni con la S.P. 172 e la S.P. 159;

  • S.P. 39 (Staz. di Poggiorsini alla S.P. 238)

In alternativa potrà essere percorsa la SS 96 da Bari ad Altamura in entrambe le direzioni di marcia.

E’ CONSENTITO IL TRANSITO SULL’AUTOSTRADA A/14 (TRATTO pugliese) AI VEICOLI leggeri CON CATENE A BORDO O MUNITI DI PNEUMATICI INVERNALI.

Si rinnova la raccomandazione agli automobilisti di far uso dei propri autoveicoli solo in caso di estrema urgenza e gravità e, in presenza di precipitazioni nevose, di circolare muniti di catene a bordo o di pneumatici termici antineve.

In tali evenienze è fatto obbligo di percorrere la viabilità principale, evitando assolutamente di avventurarsi in strade secondarie maggiormente esposte al rischio di innevamento.

Bari, 10 febbraio 2012