Novità
Home / Ambiente e Ecologia / Servizio Ambiente, Protezione Civile e Polizia Provinciale

Servizio Ambiente, Protezione Civile e Polizia Provinciale

AVVISO: Rinnovo della concessione all’estrazione ed utilizzazione di acque sotterranee (art. 7 della L.R. 5/05/1999 n° 18) e di verifica quinquennale (art. 9 della L.R. 5/05/1999 n. 18) della utilizzazione di acque sotterranee per l’uso domestico.

Il Dirigente del Servizio Ambiente, Protezione Civile e Polizia Provinciale, nell’ambito dell’attività delegata con Decreto del Presidente di Giunta Regionale n. 770 del 29.06.2010 relativa alle funzioni inerenti l’approvvigionamento idrico (ex RD n. 1775 del 11.12.1933 e L.R. n. 18 del 05.05.1999), ai fini del rilascio dei provvedimenti di rinnovo della concessione all’estrazione ed utilizzazione di acque sotterranee (art. 7 della L.R. 5/05/1999 n° 18) e di verifica quinquennale (art. 9 della L.R. 5/05/1999 N. 18) della utilizzazione di acque sotterranee per l’uso domestico, per accelerare l’iter autorizzativo in argomento,

COMUNICA


che le verifiche in loco di competenza di questo Ufficio, riguardanti le istanze di rinnovo della concessione e di verifica quinquennale, possono essere sostituite da una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà , redatta ai sensi degli artt. 47 e 76 del D.P.R. n. 445/2000, contenente la lettura al contatore (con la data e numero di matricola), dei volumi di acqua emunta dal pozzo e lo stato dei sigilli apposti in fase di concessione, unitamente al relativo rilievo fotografico del contatore.
Con riferimento alle istanze già presentate alla data del presente avviso, in ogni caso, il concessionario dovrà trasmettere dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, rilasciata ai sensi degli artt. 47 e 76 del D.P.R. n. 445/2000, riportante le caratteristiche tecniche dell’impianto di sollevamento installato (matricola, potenza, portata, prevalenza e profondità di installazione).
Resta salva la competenza di questo Servizio di effettuare controlli a campione sugli impianti di sollevamento (ex art. 15 co. 7 della L.R. n. 18/99 e art. 98 del D.L.gs. n. 152/06 e s.m.i.) a fronte degli elementi forniti con la dichiarazione sostitutiva, nella misura di almeno il 10% sul totale dei provvedimenti di rinnovo di concessione all’estrazione ed utilizzazione di acque sotterranee e di verifica quinquennale della utilizzazione di acque sotterranee per l’uso domestico.
Nel caso di inosservanza delle prescrizioni contenute negli atti di concessione e/o di dichiarazioni mendaci, il Dirigente provvederà all’applicazione della sanzione amministrativa prevista ai sensi dell’art. 12 della L.R. n. 18/99 e s.m.i., e/o a darne comunicazione all’Autorità Giudiziaria per quanto di competenza.

Il Dirigente
Dott. Ing. Francesco Luisi.



Comunicazione Comune Amico