Novità
Home / Finanze e tributi / COMUNICATO SUI TRIBUTI LOCALI ANNO 2014

COMUNICATO SUI TRIBUTI LOCALI ANNO 2014

 

SETTORE ECONOMICO-FINANZIARIO

COMUNICATO SUI TRIBUTI LOCALI ANNO 2014

In relazione ai prossimi adempimenti riguardanti il pagamento dei tributi locali,

Il Capo Settore Economico Finanziario

RICORDA CHE

l’art. 1, comma 639, della Legge 27/12/2013 n. 147 (legge di stabilità per l’anno 2014) ha istituito l’Imposta Unica Comunale (IUC) che si compone di tre distinti tributi: l’Imposta Municipale Propria (IMU) dovuta dal possessore di immobili, escluse le abitazioni principali, il Tributo per i Servizi Indivisibili (TASI) dovuto sia dal possessore che dall’utilizzatore degli immobili, e la Tassa sui Rifiuti (TARI) dovuta dall’utilizzatore degli immobili.  

Nelle more della puntuale definizione del quadro legislativo e regolamentare riguardante i tre tributi in argomento, ed allo scopo di facilitare gli adempimenti cui, nell’immediato, sono tenuti i rispettivi soggetti passivi, si forniscono le seguenti indicazioni.

Con riferimento all’Imposta Municipale Propria (IMU)

  1. Sono esenti dall’IMU le unità immobiliari adibite ad abitazione principale (escluse quelleclassificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9) e le relative pertinenze (esclusivamente quelle classificate nelle categorie catastali C/2, C/6 e C/7 nella misura massima di un’unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali indicate), nonché nel caso in cui l’abitazione è concessa in comodato gratuito in forza di contratto regolarmente registrato in data 1/1/2013, nonché occupata da parenti in linea retta entro il 1 grado il cui ISEE del nucleo familiare (si precisa della famiglia comodataria) è non superiore a € 10.000. L’agevolazione è riconosciuta sempre in forza dell’art. 2 bis del D.L 102/2013 convertito con legge 124 del 28 ottobre 2013 per un solo immobile e relative pertinenze. (punto aggiunto a seguito dell’emendamento formulato e approvato nella seduta del Consiglio comunale del 19/11/2013)

Sono, altresì, esenti dall’IMU gli immobili rurali ad uso strumentale di cui all’articolo 9, comma 3-bis, del D.L. 30/12/1993 n. 557 convertito dalla Legge 26/2/1994 n. 133.    

L’imposta dovuta per l’anno 2014 deve essere versata in due rate scadenti la prima il 16/06/2014 e la seconda il 16/12/2014.  

Il versamento della prima rata deve essere eseguito in base alle seguenti aliquote vigenti per l’anno 2013:

TIPOLOGIA DI IMMOBILE ALIQUOTA
A) Immobili adibiti ad abitazione principale e relative pertinenze (esclusivamente quelli classificati nelle categorie catastali A1, A8 e A9): 4,0 ‰
B) Immobili appartenenti alle categorie catastali C3 e D1 e C1 direttamente adibite ad attività artigianali e commerciali da parte dei titolari delle stesse 7,6 ‰
C) unità immobiliari locate con cosidetto canale convenzionato ai sensi dell’art. 2 commi 3    e 4 della legge n. 431/1998 e s.m.i; 7,6 ‰
D) terreni agricoli per come definiti dall’art 5 comma 1.3 del Regolamento IMU. 4,6 ‰
E)Tutte le altre tipologie di immobili soggette ad IMU, ivi compresi i terreni e le aree edificabili, diverse da quelle indicate ai punti precedenti: 9,6 ‰

Il versamento della seconda rata deve essere eseguito a saldo dell’imposta dovuta per l’intero anno, con eventuale conguaglio sulla prima rata versata.

I versamenti devono essere eseguiti mediante utilizzo del Modello F24 secondo le disposizioni dell’art. 17 del D.Lgs. 9/7/1997 n. 241, o mediante utilizzo del bollettino di conto corrente postale approvato con D.M. 23/11/2012.

I codici tributo per il versamento dell’IMU sono stati istituiti con Risoluzioni del Direttore dell’Agenzia delle Entrate n. 35/E del 12 aprile 2012 e n. 33/E del 21 maggio 2013.     In particolare, per tutti gli immobili per i quali è previsto il pagamento dell’IMU,ad eccezione di quelli classificati nel gruppo catastale D (fabbricati ad uso produttivo, etc.), il versamento dell’imposta dovrà essere effettuato esclusivamente a favore del Comune di Adelfia (Codice Comune A055) utilizzando i seguenti codici tributo:

–        3912 – IMU – abitazione principale e relative pertinenze (cat. A/1, A/8 e A/9) – COMUNE

–        3914 – IMU – terreni – COMUNE

–        3916 – IMU – aree fabbricabili – COMUNE

–        3918 – IMU – altri fabbricati – COMUNE

–         

Per i soli i fabbricati classificati nel gruppo catastale D, il versamento andrà effettuato utilizzando i seguenti codici tributo:

–        3925 – IMU – per gli immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D – STATO

–        3930 – IMU – per gli immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D – INCREMENTO COMUNE

considerando che allo STATO andrà versata una quota fino alla concorrenza del 7,6 ‰ mentre il restante 0,2 ‰ dovrà essere versato a favore del COMUNE.

Con riferimento al Tributo per i Servizi Indivisibili (TASI)

In attesa che con norma dello Stato venga stabilito il termine per effettuare il versamento della prima rata, alla scadenza del 16/06/2014 non deve essere effettuato alcun versamento.

Con riferimento alla Tassa sui Rifiuti (TARI)

La Tassa sui Rifiuti dovuta per l’anno 2014 è in corso di definizione da parte degli uffici preposti;

Come di consueto il Comune provvederà a fare recapitare gli avvisi di pagamento direttamente presso il domicilio dei soggetti passivi TARI.  

AVVERTENZA: Le indicazioni fornite potrebbero essere soggette a variazione a fronte di modifiche apportate dalla normativa nazionale, per le quali forniremo tempestiva informazione nel presente sito.

 

Adelfia, 05/06/2014

Il Capo Settore Economico Finanziario

Dott. Maria Pompea Rossini

 

Adobe Ico Scarica Comunicato