Home / News

News

COMUNICATO SUI TRIBUTI LOCALI ANNO 2014

 

SETTORE ECONOMICO-FINANZIARIO

COMUNICATO SUI TRIBUTI LOCALI ANNO 2014

In relazione ai prossimi adempimenti riguardanti il pagamento dei tributi locali,

Il Capo Settore Economico Finanziario

RICORDA CHE

l’art. 1, comma 639, della Legge 27/12/2013 n. 147 (legge di stabilità per l’anno 2014) ha istituito l’Imposta Unica Comunale (IUC) che si compone di tre distinti tributi: l’Imposta Municipale Propria (IMU) dovuta dal possessore di immobili, escluse le abitazioni principali, il Tributo per i Servizi Indivisibili (TASI) dovuto sia dal possessore che dall’utilizzatore degli immobili, e la Tassa sui Rifiuti (TARI) dovuta dall’utilizzatore degli immobili.  

Nelle more della puntuale definizione del quadro legislativo e regolamentare riguardante i tre tributi in argomento, ed allo scopo di facilitare gli adempimenti cui, nell’immediato, sono tenuti i rispettivi soggetti passivi, si forniscono le seguenti indicazioni.

Con riferimento all’Imposta Municipale Propria (IMU)

  1. Sono esenti dall’IMU le unità immobiliari adibite ad abitazione principale (escluse quelleclassificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9) e le relative pertinenze (esclusivamente quelle classificate nelle categorie catastali C/2, C/6 e C/7 nella misura massima di un’unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali indicate), nonché nel caso in cui l’abitazione è concessa in comodato gratuito in forza di contratto regolarmente registrato in data 1/1/2013, nonché occupata da parenti in linea retta entro il 1 grado il cui ISEE del nucleo familiare (si precisa della famiglia comodataria) è non superiore a € 10.000. L’agevolazione è riconosciuta sempre in forza dell’art. 2 bis del D.L 102/2013 convertito con legge 124 del 28 ottobre 2013 per un solo immobile e relative pertinenze. (punto aggiunto a seguito dell’emendamento formulato e approvato nella seduta del Consiglio comunale del 19/11/2013)

Sono, altresì, esenti dall’IMU gli immobili rurali ad uso strumentale di cui all’articolo 9, comma 3-bis, del D.L. 30/12/1993 n. 557 convertito dalla Legge 26/2/1994 n. 133.    

L’imposta dovuta per l’anno 2014 deve essere versata in due rate scadenti la prima il 16/06/2014 e la seconda il 16/12/2014.  

Il versamento della prima rata deve essere eseguito in base alle seguenti aliquote vigenti per l’anno 2013:

TIPOLOGIA DI IMMOBILE ALIQUOTA
A) Immobili adibiti ad abitazione principale e relative pertinenze (esclusivamente quelli classificati nelle categorie catastali A1, A8 e A9): 4,0 ‰
B) Immobili appartenenti alle categorie catastali C3 e D1 e C1 direttamente adibite ad attività artigianali e commerciali da parte dei titolari delle stesse 7,6 ‰
C) unità immobiliari locate con cosidetto canale convenzionato ai sensi dell’art. 2 commi 3    e 4 della legge n. 431/1998 e s.m.i; 7,6 ‰
D) terreni agricoli per come definiti dall’art 5 comma 1.3 del Regolamento IMU. 4,6 ‰
E)Tutte le altre tipologie di immobili soggette ad IMU, ivi compresi i terreni e le aree edificabili, diverse da quelle indicate ai punti precedenti: 9,6 ‰

Il versamento della seconda rata deve essere eseguito a saldo dell’imposta dovuta per l’intero anno, con eventuale conguaglio sulla prima rata versata.

I versamenti devono essere eseguiti mediante utilizzo del Modello F24 secondo le disposizioni dell’art. 17 del D.Lgs. 9/7/1997 n. 241, o mediante utilizzo del bollettino di conto corrente postale approvato con D.M. 23/11/2012.

I codici tributo per il versamento dell’IMU sono stati istituiti con Risoluzioni del Direttore dell’Agenzia delle Entrate n. 35/E del 12 aprile 2012 e n. 33/E del 21 maggio 2013.     In particolare, per tutti gli immobili per i quali è previsto il pagamento dell’IMU,ad eccezione di quelli classificati nel gruppo catastale D (fabbricati ad uso produttivo, etc.), il versamento dell’imposta dovrà essere effettuato esclusivamente a favore del Comune di Adelfia (Codice Comune A055) utilizzando i seguenti codici tributo:

–        3912 – IMU – abitazione principale e relative pertinenze (cat. A/1, A/8 e A/9) – COMUNE

–        3914 – IMU – terreni – COMUNE

–        3916 – IMU – aree fabbricabili – COMUNE

–        3918 – IMU – altri fabbricati – COMUNE

–         

Per i soli i fabbricati classificati nel gruppo catastale D, il versamento andrà effettuato utilizzando i seguenti codici tributo:

–        3925 – IMU – per gli immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D – STATO

–        3930 – IMU – per gli immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D – INCREMENTO COMUNE

considerando che allo STATO andrà versata una quota fino alla concorrenza del 7,6 ‰ mentre il restante 0,2 ‰ dovrà essere versato a favore del COMUNE.

Con riferimento al Tributo per i Servizi Indivisibili (TASI)

In attesa che con norma dello Stato venga stabilito il termine per effettuare il versamento della prima rata, alla scadenza del 16/06/2014 non deve essere effettuato alcun versamento.

Con riferimento alla Tassa sui Rifiuti (TARI)

La Tassa sui Rifiuti dovuta per l’anno 2014 è in corso di definizione da parte degli uffici preposti;

Come di consueto il Comune provvederà a fare recapitare gli avvisi di pagamento direttamente presso il domicilio dei soggetti passivi TARI.  

AVVERTENZA: Le indicazioni fornite potrebbero essere soggette a variazione a fronte di modifiche apportate dalla normativa nazionale, per le quali forniremo tempestiva informazione nel presente sito.

 

Adelfia, 05/06/2014

Il Capo Settore Economico Finanziario

Dott. Maria Pompea Rossini

 

Adobe Ico Scarica Comunicato

Bando per la selezione di n. 01 componente OIV

COMUNE DI ADELFIA

PROVINCIA DI BARI

IL RESPONSABILE SETTORE AFFARI GENERALI

In esecuzione delle disposizioni di cui alla deliberazione G.C. n. 64 del 15/05/2014, avente ad oggetto “Approvazione nuovo regolamento per il funzionamento dell’Organismo Indipendente di Valutazione”,

RENDE NOTO

che è indetta una SELEZIONE PUBBLICA per l’individuazione di n. 1 componente monocratico dell’Organismo Indipendente di Valutazione (OIV).

REQUISITI PER LA NOMINA

Gli aspiranti devono possedere i requisiti personali e professionali e non ricadere nelle ipotesi preclusive alla nomina, come fissati dalla deliberazione n. 12/2013 della CIVIT e trasfusi nell’ art. 5 del richiamato Regolamento Comunale che per semplicità di consultazione, qui di seguito si riporta:

“Art. 5 Requisiti personali e professionali dell’esperto esterno

1.Dato il suo ruolo di promotore del miglioramento il componente dell’OIV deve possedere capacità professionali, manageriali e relazionali in grado di creare una visione condivisa e di promuovere l’innovazione nonché avere una appropriata cultura organizzativa portatrice dei valori della trasparenza, integrità,valutazione e valorizzazione del merito e della premialità.

2. Il componente dell’OIV deve essere in possesso dei seguenti requisiti:

a) essere cittadino italiano o cittadino dell’Unione Europea;

b) essere in possesso di diploma di laurea specialistica o di laurea quadriennale conseguita nel precedente ordinamento degli studi universitari in ingegneria gestionale, scienze economiche e statistiche,giurisprudenza, scienze politiche.

Per le lauree in discipline diverse è richiesto altresì un titolo di studio post- universitario in profili afferenti alle materie suddette, nonché ai settori della organizzazione e della gestione del personale delle pubbliche amministrazioni, del management, della pianificazione e controllo di gestione, o della misurazione e valutazione della performance, con preferenza nella valutazione per titoli conseguiti all’esito di un percorso formativo di durata comunque superiore a quella annuale (dottorato di ricerca, master di II livello, corsi di specializzazione) rispetto ad altri titoli di specializzazione

In alternativa al possesso di un titolo di studio post – universitario, è sufficiente il possesso di esperienza di cui alla lettera c) di almeno cinque anni.

E’ valutabile, se afferente alle materie sopra riportate, un congruo periodo post-universitario di studi o di stage all’estero.

c) possesso di un’esperienza professionale di almeno tre anni, in posizioni di responsabilità, anche presso aziende private o di docenza nel campo del management, della pianificazione e controllo di gestione, della organizzazione e della gestione del personale, della misurazione e valutazione della performance e dei risultati ovvero nel campo giuridico-amministrativo, tenendo anche conto dei compiti che derivano dall’applicazione della Legge n. 190/2012 e del D.Lgs. n. 33/2013;

d) buone e comprovate conoscenze informatiche;

e) buona e comprovata conoscenza della lingua inglese e, se cittadino straniero, buona e comprovata conoscenza della lingua italiana.

Il componente deve possedere, anche in relazione alla natura ed ai compiti dell’Amministrazione, adeguate competenze e capacità manageriali e relazionali, dovendo promuovere i valori del miglioramento continuo della perfomance e della qualità del servizio, nonché della trasparenza e dell’integrità. L’interessato deve illustrare in una relazione di accompagnamento al curriculum le esperienze che ritenga significative in relazione al ruolo da svolgere. Qualora il candidato abbia già rivestito il ruolo di componente di OIV, anche presso altra Amministrazione, deve darne indicazione nel curriculum e nella relazione di accompagnamento, illustrando l’attività svolta precedentemente nella qualità.

3. Non possono essere nominati componenti dell’OIV soggetti che abbiano superato la soglia dell’età necessaria per l’accesso alla pensione.

4. Non possono, altresì, essere nominati componenti dell’OIV soggetti che:

  1. siano stati condannati, anche con sentenza non passata in giudicato, per i reati previsti dal capo I del titolo II del Codice Penale;

  2. abbiano svolto incarichi di indirizzo politico o ricoperto cariche pubbliche elettive presso l‘amministrazione interessata nel triennio precedente la nomina;

  3. siano responsabili della prevenzione della corruzione e della trasparenza presso la stessa amministrazione;

  4. si trovino, nei confronti dell‘amministrazione, in una situazione di conflitto, anche potenziale, di interessi propri, del coniuge, di conviventi, di parenti, di affini entro il secondo grado;

  5. abbiano riportato una sanzione disciplinare superiore alla censura;

  6. siano magistrati o avvocati dello Stato che svolgono le funzioni nello stesso ambito territoriale regionale o distrettuale di appartenenza del Comune;

  1. abbiano svolto non episodicamente attività professionale infavore o contro l‘amministrazione;

  2. abbiano un rapporto di coniugio, di convivenza, di parentela o di affinità entro il secondo grado con il Segretario Generale ed i Responsabili dei Settori in servizio nell‘Ente, o con il vertice politico – amministrativo o, comunque, con lorgano di indirizzo politico-amministrativo (Sindaco, Giunta, Consiglio);

  3. siano stati motivatamente rimossi dall’incarico di componente dellOIV prima della scadenza del mandato;

  4. siano revisori dei conti presso la stessa amministrazione;

  5. incorrano in ipotesi di incompatibilità e ineleggibilità previste per i Revisori dei Conti dall‘art. 236 del D. Lgs n. 267/2000;

  6. incorrano nelle ulteriori ipotesi di inconferibilità ed incompatibilità di cui al D.Lgs. n. 39/2013.

L’assenza delle situazioni di cui al presente articolo deve essere oggetto di una formale dichiarazione del candidato che deve essere trasmessa alla Commissione.

Non possono inoltre essere nominati componenti dellOIV soggetti che rivestano incarichi pubblici elettivi o cariche in partiti politici o in organizzazioni sindacali ovvero che abbiano rapporti continuativi di collaborazione o di consulenza con le predette organizzazioni, ovvero che abbiano rapporti continuativi di collaborazione o di consulenza con le predette organizzazioni , ovvero che abbiano rivestito simili incarichi o cariche o che abbiano avuto simili rapporti nei tre anni precedenti la designazione.

Non possono essere nominati, inoltre, associazioni, società e, in generale, soggetti diversi dalle persone fisiche, anche nell‘ipotesi in cui il conferimento dellincarico avvenga scindendo il rapporto personale con il candidato dal rapporto economico, prevedendo l’erogazione del corrispettivo ad una società per l‘attività che è prestata dal singolo.

In considerazione delle modeste dimensioni organizzative dellente il principio di esclusività previsto dalla delibera n. 12/2013 della Civit, può essere derogato nelle ipotesi di incarichi in altri enti di piccole dimensioni che trattano problematiche affini e che operano nella stessa area geografica, anche in relazione alla valutazione complessiva degli impegni desumibili dal curriculum.

L’assenza o leventuale contemporanea presenza in altri Organismi Indipendenti di Valutazione o Nuclei di Valutazione deve essere oggetto di dichiarazione sottoscritta dal candidato che deve essere trasmessa dall’ Amministrazione alla Commissione.

N.B.: I requisiti prescritti per l’ammissione devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito nel presente avviso di selezione per la presentazione delle candidature.

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE

Gli aspiranti dovranno far pervenire la propria istanza, a pena di esclusione, presso il Comune di Adelfia – Ufficio Protocollo a mano ovvero a mezzo posta tramite raccomandata A.R. entro e non oltre il 23 giugno 2014.

L’istanza, contenuta in plico chiuso, deve essere corredata dal proprio curriculum professionale, contenente e/o corredato da dichiarazione di autorizzazione al trattamento dei propri dati personali come richiesto dalla legge e da attestazione, ai sensi del DPR 445/2000, del possesso dei requisiti di cui al sopra richiamato art. 5 del Regolamento comunale disciplinante la materia, oltreché l’assenza di divieti, quali cause di incompatibilità e preclusioni allo svolgimento dell’incarico, nonché relazione illustrativa delle esperienze e attività svolte in relazione all’incarico di componente di OIV e/o Nucleo di Valutazione, con particolare riguardo alla specificazione di attività espletata rientranti nei punti previsti dal richiamato Regolamento comunale.

Il plico chiuso dovrà essere indirizzato al Comune di Adelfia – Settore Affari Generali – Via Vittorio Veneto, n. 122 Cap 70010, con apposizione di specifica dicitura “Domanda di selezione per 0IV”.

I partecipanti dovranno sottoscrivere per esteso la domanda ed ogni foglio del curriculum ad esso allegato. La firma non dovrà essere autenticata ma dovrà essere allegata una fotocopia di un documento d’identità valido.

N.B.: Le domande pervenute oltre il suddetto termine non saranno prese in considerazione ed il Comune di Adelfia non assume alcuna responsabilità per la dispersione di comunicazioni dipendente da inesatte indicazioni del recapito da parte del candidato o da mancata o tardiva comunicazione della variazione dell’indirizzo indicato nella domanda né per eventuali disguidi postali comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore.

VERIFICA DEI REQUISITI

Le domande pervenute nei termini prescritti saranno esaminate dal Responsabile del Settore Affari Generali, ai fini della verifica del possesso dei requisiti richiesti, indi saranno trasmesse al Sindaco che convocherà i candidati per il colloquio, da tenersi alla presenza del Segretario Comunale.

NOMINA E DURATA DELL’INCARICO

Esaurita la fase dei colloqui, il Sindaco, con l’ausilio del Segretario Comunale, procederà alla scelta e designazione del soggetto che verrà individuato, così come previsto dall’art. 4 del Regolamento disciplinante la materia, sulla scorta dei curricula presentati e del colloquio intrattenuto.

Di seguito tutti gli atti relativi alla nomina (decreto sindacale, curricula corredati delle richieste dichiarazioni e relazione da cui emergano le ragioni della scelta, saranno trasmessi all’ ANAC, ai fini dell’acquisizione del prescritto parere di cui all’art. 14 comma 3 del D.Lgs. 150/2009.

L’incarico ha durata triennale e può essere rinnovato una sola volta per altri tre anni.

COMPENSO

Per l’incarico è previsto un compenso lordo annuo determinato nel provvedimento di nomina entro il limite di autorizzazione alla spesa complessiva deliberato dalla Giunta Comunale, nel rispetto dell’art. 6 c. 3 del D.L. 78/2010, oltre ad un rimborso spese, ove riconoscibile.

RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO

Responsabile del procedimento relativo al presente avviso è il sig. Filippo Leuce – Capo Settore Affari Generali.

INFORMATIVA AI SENSI DELL’ART. 13 DEL D.LGS D. 193/2003

I dati personali richiesti dall’Ente per finalità inerenti la definizione del presente procedimento e la conseguente attività esecutiva verranno utilizzate esclusivamente per tale scopo, oltre che per l’adempimento degli obblighi previsti dalle disposizioni normative e regolamentari vigenti in materia. Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria; i dati raccolti saranno utilizzati ed eventualmente comunicati ad altri soggetti pubblici o privati, ai fini strettamente necessari per lo svolgimento delle attività istituzionali e di quelle eventualmente connesse, oltre che per l’adempimento di ogni altro obbligo previsto da disposizioni normative o regolamentari.

PARI OPPORTUNITA’

L’Amministrazione garantisce la pari opportunità fra uomini e donne per l’accesso all’incarico, ai sensi della legge 125/1991 ed in base alle disposizioni di cui all’art. 57 del D.lgs 165/2001.

PUBBLICAZIONE

Il presente avviso sarà affisso all’Albo Pretorio Informatico e sul sito istituzionale dell’Ente www.comune.adelfia.gov.it fino al 23/06/2014.

Esso non è vincolante per l’Ente e potrà essere oggetto di modifica, revisione o ripubblicazione.

Il presente avviso verrà inviato anche all’ ANCI Puglia, alla Prefettura di Bari-Ex Agenzia Segr.ri Com.li e Prov.li, affinché possa attuarsi una sua maggiore diffusione e pubblicizzazione.

Dalla Residenza Municipale, 03/06/2014

IL RESPONSABILE DEL SETTORE AFFARI GENERALI

Filippo LEUCE

word_ico Scarica Bando

Convocazione Cosiglio Comunale in Sessione Straordinaria

Il giorno 27.05.2014 alle ore 16,00 in I^ convocazione ed il giorno 30.05.2014 alle ore 16,00, in II^ convocazione, è indetto il Consiglio Comunale, in sessione straordinaria, che avrà luogo presso l’aula consiliare della sede comunale, per la trattazione del seguente ORDINE DEL GIORNO:

  1. Regolamento generale per la disciplina delle entrate tributarie ed extratributarie del Comune di Adelfia. Approvazione.
  2. Regolamento per l’applicazione dell’accertamento di adesione ai tributi comunali. Approvazione.
  3. Regolamento per la disciplina delle modalità di esercizio del ravvedimento in materia di tributi comunali. Approvazione.
  4. Francesco CARRELLI PALOMBI c/Comune di Adelfia. Esecuzione sentenza TAR PUGLIA n.399/2014. Riconoscimento della legittimità del debito fuori bilancio ai sensi dell’art.194 del D.Lgs n.267/2000.
  5. Giudizi di conto subiti da ex dipendnete comunale durante l’esercizio delle proprie funzioni istituzionali. Rimborso spese legali. Riconoscimento della legittimità del debito fuori bilancio ex art.194 del D.Lgs. n.267/2000.
  6. Istituzione servizio pubblico locale Approvazione tariffe aree di sosta e parcheggio a pagamento e relativa disciplina.
  7. Presa d’atto del piano industriale relativo alla realizzazione del progetto unico del servizio di spazzamento, raccolta e trasporto rifiuti solidi urbani per l’intero territorio dell’ARO 5/BA.
  8. Convenzione per concessione in lungo uso di area di proprietà comunale in Zona P.I.P. Montrone sulla Prov.le per Valenzano – Integrazione alla convenzione Rep. n.1429 del 15.5.2009.

Convocazione Consiglio Comunale in Sessione Straordinaria

Il giorno 22.05.2014, alle ore 8,00 in I^ convocazione e il giorno 26.05.2014, alle ore 16,00, in II^ convocazione, è indetto il Consiglio Comunale, in sessione straordinaria, presso l’aula consiliare della sede comunale, per la trattazione del seguente ORDINE DEL GIORNO:

  1. Lettura ed approvazione verbali seduta precedente.
  2. Regolamento per la disciplina del tributo sui servizi indivisibili (TASI). Approvazione.
  3. Imposta Unica Comunale (IUC) – Approvazione aliquote e detrazioni del tributo sui servizi indivisibili (TASI) – Anno 2014.
  4. Comune di Adelfia c/Farmacia Comunale di Adelfia s,r,l, – Definizione contenziosi dinanzi al Tribunale di Bari. Riconoscimento della legittimità del debito fuori bilancio ex art. 194 D.Lgs 267/2000.
  5. Sigg. DE SANDI Rosa e DE SANDI Vito Antonio c/Comune di Adelfia. Sentenza n.3780/2013 resa dal Tribunale di Bari Sez. distaccata di Rutigliano. Riconoscimento della legittimità del debito fuori bilancio ex art. 194 del D.Lgs n.267/2000.
  6. Deliberazione Corte dei Conti.Sez..Reg. Puglia n.15/PRSP/2014. Comunicazioni.

Carte Servizi Ambito Sociale 5

Si comunica che nella home page del sito dell’Ambito Sociale 5, all’indirizzo www.ambitosociale5.it, sono consultabili le Carte dei seguenti Servizi di Ambito:

  1. ADE – Assistenza Educativa Domiciliare;
  2. Assistenza Specialistica Scolastica;
  3. Trasporto Persone Disabili.

Convocazione Commissione Consiliare Consultiva “Ambiente, Territorio e Qualità della Vita”

La Commissione Consigliare Consultiva è convocata per il giorno 19 maggio 2014 alle ore 18,00 presso la sede comunale, con il seguente ordine del giorno:

  1. Proposta di Delibera per il Consiglio Comunale: Approvazione aree di sosta e parcheggio a pagamento, tariffe e relativa disciplina;
  2. Regolamento di funzionamento del Centro di Incontro per anziani;
  3. Varie ed eventuali

Pubblicazione Spese di Rappresentanza – Riferimento anno 2013

Ai sensi dell’art. 16 – comma 26 – del D.L. 13/08/2011 n. 138 convertito dalla legge 14/09/2011 n. 148 che ha stabilito che: “Le spese di rappresentanza sostenute dagli organi di governo degli enti locali sono elencate, per ciascun anno, in apposito prospetto allegato al rendiconto di cui all’articolo 227 del testo unico di cui al decreto legislativo n. 267 del 2000. . Tale prospetto è trasmesso alla sezione regionale di controllo della Corte dei Conti ed è pubblicato, entro dieci giorni dall’approvazione del rendiconto, nel sito internet dell’ente locale.  Il rendiconto della gestione dell’esercizio finanziario 2013 è stato approvato con delibera Consiglio Comunale n. 13 del 30/04/2014.

Visualizza